Vulcani attivi, inattivi ed estinti

Vulcano Etna

L'Etna è classificato tra i vulcani attivi

I volcanes Sono un'apertura, generalmente di forma circolare, attraverso la quale l'interno della Terra espelle gas, lava fusa e frammenti di roccia in superficie. Ci sono molti modi per farlo, ad esempio geograficamente o in base alla loro dimensione, ma in questa nota li classificheremo in base alla periodicità delle eruzioni.

Vulcani attivi: Questi vulcani espellono costantemente lava, gas, cenere e materiali frammentari. Etna e Stromboli, situati nel Mar Mediterraneo, sono gli esempi più significativi di questa categoria. Anche il Cotopaxi in Ecuador e il Monte Erebus in Antartide sono considerati vulcani attivi.

Vulcani dormienti: Questi vulcani si depositano per qualche tempo dopo le eruzioni e non mostrano segni di future eruzioni, ma improvvisamente eruttano violentemente. Gli esempi più importanti in questa categoria sono il Vesuvio in Italia; il Fujiyama in Giappone e il Krakatoa in Indonesia.

Vulcani morti o spenti: Tutti quei vulcani che non eruttano da migliaia di anni e non danno alcuna indicazione che lo faranno in futuro rientrano in questa categoria. I principali esempi di questa categoria sono il Monte Kenya e il Kilimanjoro, situati nella parte orientale dell'Africa; Chimborazo in Ecuador e Aconcagua nelle Ande.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.