Riflessione della luce

Riflessione della luce nell'acqua

Se parliamo di Riflessione di luce, quindi dobbiamo parlare di un fenomeno attraverso il quale possiamo percepire gli oggetti che abbiamo intorno a noi. È uno dei più importanti e come tale possiamo testimoniarlo attraverso il senso della vista.

Sappiamo tutti che la luce è la forma di energia che alcuni oggetti trasmettono. Di solito li chiamiamo sorgenti luminose, dove avremo sia naturali che artificiali. Ebbene, quando la luce esce da queste sorgenti, si propaga in linea retta. Se c'è un cambio di direzione quando ci si scontra con un oggetto, è allora che iniziamo a parlare del riflesso della luce. 

Cos'è il riflesso della luce?

Cos'è il riflesso della luce

Come abbiamo brevemente commentato, il riflesso della luce è un fenomeno ottico. D'ora in poi la Grecia classica iniziò a studiarne l'origine e l'evoluzione. Euclide fu colui che pubblicò le leggi della riflessione nel III secolo aC Nonostante tutti gli studi e le loro conclusioni, possiamo ben dire di avere una chiara definizione del riflesso della luce. Si tratta di quando i raggi luminosi, raggiungono un corpo che non possono attraversare, vengono riflessi. Cioè, c'è un cambio di direzione che non va più in linea retta. Questo cambiamento si chiama riflessione. La luce rimbalza perché non può passare attraverso la superficie. Un buon esempio di ciò è il riflesso di un corpo nel mare o di un paesaggio nell'acqua.

La luce e la sua natura 

Insiste sul fatto che per spiegare il fenomeno della riflessione della luce in modo più conciso, è necessario conoscere un po 'di più sulla sua natura. Prima di tutto dite che la luce è una forma di energia. Sarà emesso da corpi luminosi e lo vedremo attraverso la vista. Certo, quello che possiamo assicurare è che la luce può essere vista da due diverse prospettive. Uno di questi è grazie ai fenomeni ondulatori e altri, dove appare la natura corpuscolare della luce. Questo è il momento in cui interagisce con la materia. In questo modo si può dire che può propagarsi sia sotto forma di onde che in linea retta attraverso i cosiddetti corpuscoli.

Tipi di riflessione della luce

Tipi di riflessione secondo la loro natura

Riflesso speculare

Cuando decimo quello la riflessione avviene su una superficie lucida e liscia, parliamo quindi del tipo speculare. Succede quando vediamo le immagini di un oggetto dalla luce riflessa. Queste immagini provengono dall'oggetto stesso e possono essere sia immagini reali che virtuali. Quando un raggio di luce colpisce una superficie, solo una parte di esso può penetrarla.

In questo modo parliamo di due raggi di luce. Uno riflesso e uno rifratto. Uno dei migliori esempi è il paesaggio che si specchia nel lago antistante.

Riflessione diffusa

Il secondo tipo di riflessione della luce è chiamato diffuso. Qui non c'è l'effetto specchio del precedente. È semplicemente un'opzione un po 'più complessa. Grazie a l'azione diretta della luce sugli oggetti, ce li fa vedere nessun problema

Man mano che la luce si diffonde in ognuno di essi, sia i nostri occhi che il nostro cervello sanno come creare l'immagine perfetta per poter distinguere tutto ciò che stiamo vedendo. I raggi non vengono riflessi ed è qualcosa che accade nel legno.

Riflessione estesa

Sebbene le due riflessioni principali siano le precedenti, da esse derivate possiamo trovare altri esempi. La riflessione estesa si verifica quando apprezziamo a immagine un po 'diffusa parzialmente, a causa del tipo di superficie su cui è stata riflessa.

Riflessione mista

Come suggerisce il nome, la riflessione mista è una combinazione di quanto sopra. Qualcosa che può accadere nella stragrande maggioranza dei materiali che sono reali.

Riflessione della luce negli specchi

Riflessione della luce negli specchi

Quando parliamo di specchi, parliamo di corpi opachi. Da un lato, ci sono gli specchi piatti che, come suggerisce il nome, hanno una superficie piana. Senza dubbio, sono gli specchi che tutti sappiamo dove le immagini che si riflettono sono esattamente le stesse dell'oggetto o del corpo reale. D'altra parte, abbiamo specchi di tipo curvo, tra i quali dobbiamo menzionare anche entrambi i concavo come convesso.

Se quelli curvi ci mostrano già immagini distorte, i concavi ci lasceranno immagini più grandi dell'oggetto reale. Sebbene convessi, gli oggetti riflessi sono molto più piccoli. Sebbene in entrambe le opzioni, il risultato sia abbastanza distorto dall'idea iniziale.

Leggi di riflessione della luce

Prima legge

Dice che il raggio incidente, il raggio riflesso e la linea perpendicolare e immaginaria, nota anche come normale, si trovano sullo stesso piano.

Seconda legge

L'angolo di incidenza è lo stesso dell'angolo di riflessione.

Grazie a tutto questo, lo sai quando ci siamo davanti a uno specchio, l'immagine che vediamo è giusta perché mantiene la stessa posizione. È anche virtuale perché ci vediamo come se fossimo dentro a quello specchio. Possiamo anche dire che è simmetrico perché, in modo apparente, è la stessa distanza dell'immagine speculare. Tutto questo grazie al riflesso della luce!


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.