Qual è la differenza tra un agnostico e un ateo?

Dio

Agnosticismo e ateismo sono due termini spesso confusi date le loro somiglianze, poiché entrambi implicano punti di vista critici nei confronti della religione, sebbene in fondo promuovono idee molto diverse. Vediamo qual è il differenza tra agnostico e ateo.

L'agnosticismo consiste nell'affermare che L'esistenza di Dio non può essere provata o confutata logicamente. Per meglio comprendere l'agnosticismo (parola coniata da TH Huxley nel 1869), dobbiamo tenere presente che è una forma di scetticismo, una dottrina filosofica che afferma che la verità non esiste o, se esiste, l'uomo sarebbe incapace accedervi.

L'ateismo, da parte sua, è il negazione dell'esistenza di Dio, così come qualsiasi entità soprannaturale. Poiché gli atei erano perseguitati dalla Chiesa, la gente aveva paura di dichiararsi atea fino al XIX secolo, quando il conflitto tra religione e scienza conferì a questa dottrina più forza che mai. Da allora, il numero di persone che si dichiarano atee è cresciuto molto di numero.

Quindi, la differenza tra agnostico e ateo è che i primi sostengono che l'esistenza di Dio non può essere dimostrata, mentre gli atei chiudono ogni possibilità negando categoricamente la sua esistenza. Possiamo riassumerlo come segue: gli agnostici non dicono no o sì e gli atei dicono no.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.