Cos'è la procrastinazione e perché accade?

Procrastinare al lavoro

Ci sono molte persone in questa società veloce che procrastinano le cose che devono fare. A volte lo fanno coscienziosamente ea volte inconsciamente. La procrastinazione o la procrastinazione tendono ad accadere molto più spesso di quanto si possa pensare, e per molti è sinonimo di pigrizia o pigrizia.

Quando una persona procrastina troppo finisce per sentirsi improduttiva, arrivano sentimenti di tristezza e persino ansia. Più a lungo dura qualcosa che deve essere fatto, i sentimenti di solito non sono affatto buoni, ma allora perché le persone procrastinano così spesso quando non li fa bene? Perdono tempo e, quando sprecano troppo, cercano di non pensarci e continuano a sprecare ancora più tempo.

Non tutti procrastinano, ci sono persone che hanno una visione chiara della loro vita e del loro lavoro, e sono sempre orientate verso i loro obiettivi. Prima fanno una cosa e quando la finiscono passano ad un'altra, così semplice ... Ma per le persone che procrastinano normalmente, non è così semplice.

Procrastinare e lasciarlo per dopo

Che cos'è

La procrastinazione è fare prima i compiti meno urgenti o fare le cose più piacevoli invece di quelle meno piacevoli (e probabilmente le più importanti). In questo modo, le attività imminenti vengono ritardate per dopo.

Affinché un comportamento possa essere classificato come procrastinazione o procrastinazione, deve essere controproducente, inutile e richiede troppo tempo. Le azioni pianificate vengono volontariamente ritardate nonostante siano emotivamente peggiori per non averle eseguite quando corrispondono.

Un procrastinatore tratta ogni responsabilità come una minaccia alla sua "libertà". Pertanto, lo combattono! Cercare di fare qualcosa di diverso dalle proprie responsabilità ... È molto difficile sfuggire a questa spirale distruttiva di rimandare il lavoro.

Effetti della procrastinazione

Le persone sperimentano gli effetti della perdita di tempo e del mancato rispetto delle scadenze, è devastante sia a livello aziendale che personale. La procrastinazione o la procrastinazione possono sfociare in stress, sensi di colpa e crisi, grave perdita di produttività personale, nonché disapprovazione sociale e aziendale per il mancato rispetto di responsabilità o impegni. Questi sentimenti possono intensificarsi e creare ulteriore procrastinazione ... rientrando in una pericolosa spirale discendente.

Se procrastini puoi sprecare il tuo tempo

Per molte persone, avere questo atteggiamento nei confronti della vita genera ansia e stress. Può accadere che le persone cerchino di giustificarsi rinforzando negativamente lo stesso comportamento distruttivo. È normale che tutti rimandino un certo periodo di tempo, Ma quando diventa una necessità, allora inizia un problema nella vita della persona.

A volte la procrastinazione cronica è un segno di un disturbo psicologico sottostante. Tuttavia, la procrastinazione può anche essere vista come un modo utile per identificare ciò che è importante per noi personalmente, come è raro procrastinare quando si apprezza davvero il compito a portata di mano.

Tuttavia, il procrastinatore deve imparare ad aumentare il valore di certe priorità, anche se non si diverte a farle, per rimanere produttivo in tutti gli aspetti della sua vita. La percezione pubblica (capi, amici, famiglia, colleghi ...) di chi procrastina è la convinzione che l'avversione ai compiti sia accompagnata da pigrizia, poca forza di volontà, irresponsabilità e scarsa ambizione.

Cause di procrastinazione

Potrebbe esserci una connessione con problemi di ansia, bassa autostima e una mentalità controproducente. La procrastinazione è fortemente correlata a una mancanza di fiducia in se stessi (p. Es., Bassa autoefficacia o impotenza appresa) o avversione per il compito (p. Es., Noia e apatia).

Quando viene posticipato succede perché c'è una rottura con l'autocontrollo delle persone e sono più impulsive di quanto sembri. Sai cosa devi fare ma non sei in grado di farlo ... È un enorme divario tra intenzione e azione.

Il procrastinatore lascia le cose per dopo

Come sta il procastinatore

Il procrastinatore ha un alto livello di comportamento impulsivo e manca di autocontrollo e disciplina. Si impegnano in una qualche forma di controllo dell'ego e negano la responsabilità, fornendo giustificazioni (scuse) per ritardare ciò che avrebbero dovuto fare.

È fondamentale capire che queste giustificazioni hanno uno scopo molto importante: consentire loro di continuare a procrastinare riducendo al minimo gli effetti percepiti delle azioni e consentire loro di continuare a sentirsi bene rispetto a chi siamo come persone. Cercano di avere il controllo delle loro vite e di ciò che devono fare, anche se quando non fanno ciò che dovrebbero, ciò crea ansia e stress. È un tentativo disperato di mantenere il controllo delle loro vite, ma con conseguenze devastanti sia per il loro presente che per il futuro.

La fiducia in se stessi è essenziale per avere successo nella vita ed è qui che i procrastinatori trovano le maggiori difficoltà. È importante che le persone identifichino ciò che sta accadendo loro e siano consapevoli che la gratificazione immediata a volte non è sempre la soluzione migliore.

Gratificazione immediata

Un'altra maledizione della società moderna è la gratificazione immediata. Trasformare le persone in bestie pigre. Perché preoccuparsi di scrivere poche pagine per un lavoro, quando possiamo provare questo nuovo fantastico gioco su Facebook? Scegliamo automaticamente il modo più semplice, cercando di vivere un breve momento di gioia, Invece di subire la pressione di una responsabilità inevitabile.

Il problema è che non guadagniamo assolutamente nulla spendendo del tempo su questi semplici piaceri. Dopo un po, Quando ci rendiamo conto che abbiamo quasi finito il tempo, ci mettiamo al lavoro. Tutto ciò che possiamo gestire è un lavoro affrettato e ben fatto, e non siamo mai soddisfatti dei risultati ...

Perdi due volte, perché non c'è alcun vantaggio nell'avere mezza giornata trascorsa in attività inutili e non c'è alcuna possibilità che il lavoro fatto in fretta sia buono. Pertanto, la rabbia viene con noi stessi per non essere stati in grado di superare questo bisogno di procrastinare, e siamo insoddisfatti perché alla fine della giornata abbiamo ancora la maggior parte del nostro lavoro da finire.

Sei una persona che procrastina o che preferisce prima raggiungere gli obiettivi e riposare dopo? Potrebbe essere necessario imparare a smettere di procrastinare.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.